HomeChi siamoCosa FacciamoCalendarioContattiNewsletters
   


Impatto zero 7° parte

Punto 7 Auto e moto meno inquinanti
Usiamo l’auto il minimo indispensabile e quando la utilizziamo, spegniamo il motore se stiamo fermi ad aspettare l’amica che esce dal portone di casa.

Sapete che sono in commercio auto con il motore ibrido?
Non prendo la provvigione dalla Toyota ma guardatevi intorno. Questa marca giapponese produce, ed è in commercio anche in Italia, un’auto ibrida.
http://www.toyota.it/toyota/gamma/prius/welcome/index.html

Cos’ è innanzitutto un’auto ibrida?
Sono motori che vanno a benzina e ad energia elettrica creata dalla stessa auto in fase di frenata e a velocità medio alta,. Questo significa motore ibrido…..già e quando siamo fermi al semaforo il motore a benzina si spegne e funziona esclusivamente quello elettrico, non facciamo alcun rumore e non emettiamo nessun gas di scarico ad ogni semaforo o coda cittadina o al di sotto di una certa velocità.
Immaginate una via del centro città con una bella coda, come succede normalmente in alcune ore e quando piove. Le emissioni minime vanno da 104 a ca. 300 g/km di CO2 (anidride carbonica). Con l’auto ibrida portate a zero questo livello!
Immaginate ora il rumore di fondo che emette questa coda di auto…con l’auto ibrida il rumore cessa…

L'ho comprata a giugno 2007 e percorso più di 10000 km, fino a questo momento. Sembra impossibile sentire l’auto che si muove senza emettere alcun rumore… il nostro cervello è talmente abituata ad associare il moto di un’auto motociclo o aereo con il rumore che all’inizio lascia stupefatti muoversi senza avvertire il minimo rumore!
Come è possibile?

E’ possibile e qualcuno la sta producendo. Ovviamente i consumi sono moooolto più bassi e si percorrono dai 19 ai 25 km con un litro di benzina.
Il costo è abbordabile.
Questo è un modo assai pratico di contribuire a ridurre le emissioni.

Esiste negli Usa la prima auto totalmente elettrica, con un’autonomia di ca. 400 km e il pieno prevede una sosta ai “box di casa” (ovvero presa della luce) di ca. 3 h. Il suo problema è il costo: ca. $98.000.

Un’altra casa giapponese, Honda, ha approntato il motore ad idrogeno ma il problema risulta nel fare rifornimento… è allo studio la possibilità di crearsi a casa propria una mini stazione di rifornimento, ma ahimè dovremo aspettare ancora un po’.
Stupisce e non poco che le case automobilistiche europee dormano totalmente e nulla del genere abbiano in commercio, come se vivessero su un altro pianeta.
Com’è possibile che colossi tedeschi, francesi e l’italianissima società torinese dell’auto risultino praticamente inesistenti in questo importante cambiamento?
Ma non ci siamo ancora stufati di auto che vogliono stupirci per le forme, colori, prestazioni senza riguardo per la nostra salute e il luogo che abitiamo?
Per fortuna, qualcuno ci pensa…
Ho la sensazione che tanti brevetti per auto “alternative” dormano da anni nei cassetti poiché avrebbero avuto un impatto dirompente.
Pensate, ad esempio, se qualcuno lanciasse a prezzi abbordabili un’auto che non necessita di alcun carburante… dove andrebbero gli stati europei a recuperare le imposte che gravano sui carburanti e che arrivano a ca. l’80% del prezzo dei carburanti?
Probabilmente chi produce auto in Europa non se la sente e nulla cambia…
Ma perché dobbiamo pagare noi lo scotto di questi problemi?
Dov’è finita l’inventiva, la competizione di cui ci riempiono la testa quelli che inneggiano al sano capitalismo?

Moto elettrica
Or ora mi giunge notizie che è in circolazione la prima MOTO TOTALMENTE ELETTRICA.
www.vectrix.com
Non ho molte notizie al momento.

Chi ha perso le "puntate" precedenti o vuole rileggerle:
http://www.abbraccidiluce.it/index.php?link=45&Upper=1&module=
Ciao a tutti
Luigi


admin
Tutto questo materiale è libero e potete farlo circolare e distribuirlo come desiderate.