HomeChi siamoCosa FacciamoCalendarioContattiNewsletters
   


Newsletter Abbracci di Luce - vivere senza denaro 3°

nr. 3
Nelle ultime settimane mi sono arrivati messaggi da più parti:
- mi è passato vicino un uomo con una scritta sulla maglietta:
"chi sogna solo soldi, non ha altri sogni da sognare".
- i bigliettini che ho pescato in un ristorante vegetariano sono indirizzati al cambiamento e ad un inzio:

„Quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.‰ Lao Tze
La paura che abbiamo di fronte al cambiamento è qui ben rappresentata.... ma... io ho voglia di volare e voi?

„Un viaggio di mille miglia inzia con un passo‰. Lao Tze
Se stiamo fermi, possiamo stare certi che non cambia nulla... e allora? ehi diamoci una mossa!

„Dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo nel mondo‰. Gandhi
Sta a noi cambiare per primi se vogliamo operare un cambiamento nel mondo che ci circonda... e non solo...

Mi sono arrivati anche diversi messaggi da voi. Ve ne ringrazio e volevo chiedervi di indicare nei vostri eventuale messaggi futuri se posso condividerli. Grazie!

... ed eccomi qui a riprendere il filo del discorso

Credo di aver individuato alcuni passaggi fondamentali:

1) trovare persone che nel tempo libero diano merci e servizi a costo 0.
Cerco persone che prima, durante e/o dopo il loro orario di attività desiderino, in modo totalmente libero, prestare la propria professionalità, i propri talenti, per alcune ore la settimana.
Badate bene, non sto parlando di Banca del Tempo, che prevede, come dice il nome, il computo fra debiti e crediti. Sto parlando di dare in modo totalmente libero e senza alcuna richiesta nè scambio.
Si dà e basta... così come dà la mamma al figlio, così come ci piace donare a chi vogliamo bene senza chiedere nulla direttamente nè indirettamente perchè è un gesto semplicemente unitalerale.

L‚idea è di trovare un numero crescente di persone che fornisca merci e servizi in modo incondizionato. Più alto il numero di queste persone, più veloce sarà l‚‰effetto palla di neve‰, più forte sarà la velocità di espansione di questo progetto.
Non si tratta neppure di creare una Onlus. Si tratta di dare incondizionatamente, in modo continuativo, all‚inizio solo nel tempo libero che scegliamo, senza alcuna costrizione, in totale libertà, e poi, piano piano, con calma, in tutte le situazioni della vita.

2) REDUCE
Decrescita, ridurre i nostri consumi in modo equilibrato, consapevoli di quello che stiamo comprando, valutando nei nostri acquisti l‚effetto sull‚ambiente che ci circonda.
Adottare uno stile di vita sostenibile, riscoprire la gioia di fare cose semplici, come correre in un bosco in alternativa allo shopping semi compulsivo „scacciapensieri‰. Ascoltare la nostra parte più profonda, quella che sussurra e non urla ma che conduce alla NOSTRA strada, anzichè dar retta alla televisione, alla radio, ai cosìdetti esperti, a chi generalizza, a chi fa le medie, le statistiche e spersonalizza...

3) REUSE - RECYCLE
Utilizzare quanto esiste già prima di acquistare cose nuove
(esempio: negozi second hand di dvd, dischi, libri, abiti...). Ovvero usare maggiromente tutto ciò che è di seconda mano sempre che sia in buone condizioni. Avete voglia di contribuire a creare una lista di negozi da noi testati?
se sì:
luigi@abbraccidiluce.it
348-2611967

Comincio io:
Ho sia comprato che venduto sia libri che cd musicali e dvd in ottimo stato e perciò ve lo consiglio:
ROSSETTI RECORDS & BOOKS
Via Cesare da Sesto 24
20123 Milano
tel 02-58101865
http://www.rockit.it/rossettirecordsebooks

e voi?

Un progetto di questo genere, è illimitato e si rivolge a persone di qualsiasi ceto, religione ecc. ma che riconoscano che siamo tutti uguali e che abbiamo tutti diritto ad avere ciò che desideriamo avendo come obiettivo finale: la fine del denaro, l‚inizio dell‚era della condivisione e di una fratellanza/sorellanza. Come dicevano i francesi della rivoluzione francese:
Liberté egalité fraternitée
Libertà uguaglianza fratellanza

Se non vi sentite di aderire in modo diretto a questo progetto, cioè cominciando a mettere a disposizione degli altri i vostri talenti, conoscenze, competenze in una parte del vostro tempo libero, vi chiedo di immaginare un MONDO SENZA DENARO: sapete che il pensiero crea e questo sarà il vostro contributo, se lo volete fare e fino a quando lo vorrete fare e magari, forse, chissà... fra un pò potreste ripensarci e anche voi condividere i vostri talenti incondizionatamente.

Gli step che ho previsto finora per realizzare questo progetto sono:

- diffusione del pensiero che tutto possa essere a disposizione di tutti sia attravbreso il sito che con conferenze;
Assenza di gerarchie, assenza di regole rigide, di protocolli di utilizzo, ma l‚ INTENTO. Cioè quanta energia vogliamo metterci dentro, quanto ci crediamo, quanto siamo pronti ad investire energeticamente parlandone a chi conosciamo, facendone un punto importante per la nostra vita.
Significa cominciare a pensare di esprimere la nostra disponibilità a dare al prossimo quello che possiamo in modo incondizionato, ovvero senza alcuna richiesta nè di denaro, nè di scambio, nè di crediti/debiti;
- cominciare a donare incondizionamente una parte del nostro tempo o cose che intendete dare. Per cominciare, potete informare le persone di questa vostra disponibilità e dei talenti/conoscenze/competenze che intendete mettere a loro disposizione, per quante ore e in che momenti della giornata.

Esempio: Luigi mette e disposizione sedute di Counseling Rebirthing di 1 h. dalle 18.00 alle 20.00 dei giorni lunedì e martedì.
Giovanni mette a disposizione la sua competenza di idraulico dalle ... alle del...
Matteo mette a disposizione la sua competenza di imbianchino dalle alle del...
Si tratta di mettere a disposizione la propria professionalità la vostra voglia di fare e la vostra esperizna. E‚ evidente che una parte di noi oggi se lo può permettere di fare e altri meno. Cerchiamo di pensare in modo possibilista, badando ciascuno alla propria capacità. All‚inizio tutto ciò può apparire folle o addirittura assurdo. Qualcuno potrebbe usare la famosa domanda „ma siamo diventato un ente di beneficienza‰?
No, stiamo creando un mondo nuovo!

Si tratta anche, e questo è un gesto energeticamente forte e decisivo per dare spazio al cambiamento ed alle novità nella nostra vita, di osservare il nostro guardaroba, i nostri vestiti, scarpe, le cose che abbiamo ecc. e chiedersi „da quanto tempo non uso più questo?‰ e potreste sentire da voi stessi risposte di questo genere:
- toh, mi ero persino dimenticato di averlo
- sono tre anni o più che non lo uso
- ma che ci fa ancora qui questa roba?

Allora, se ve la sentite, lasciatele andare: regalatele, passatele a chi può farne uso... fate fluire l‚energia... evitate di tenerle perchè pensate che „forse un domani potrei averne bisogno‰...
beh, sapete che vi dico?... Nel dubbio, gettate via. Se siete indecisi questo è segno che quella cosa, quell‚oggetto non è poi così importante e insostituibile.
Avete ancora dubbi? Allora potete chiedervi „che danni deriverebbero dalla sua mancanza?‰

Per i vestiti in buone condizioni, a Milano ci sono i frati della Chiesa Rosetum di via Osoppo che accettano con un grande sorriso ed un sonoro GRAZIE!!! gli indumenti che non usate più. E‚ molto bella l‚energia che si respira quando li si incontra e la sensazione che ne ricavo è che sembra che noi facciamo un regalo a loro... mentre è per i loro assistiti... che senso di UNITA‚! è bello vederli così che manifestano ed esprimono semplicemente nei gesti e nelle azioni che TUTTO E‚ UNO.

Qualcuno potrebbe anche dirmi che iniziative di questo genere non sono nuove e già esistono diverse categorie di persone che già lo fanno: i genitori coi propri figli, diverse associazioni di volontariato con chi ne ha bisogno ... Queste sono tuttavia attività circoscritte: in effetti coi figli il dare ha un limite temporale perchè pian piano i nostri figli crescono e diventano sempre più indipendenti, le associazioni di volontariato hanno comunque dei costi che devono essere coperti altrimenti si fermano ma soprattutto si creano dei contenitori abbastanza chiusi, usciti dai quali ci si ritrova a che fare col... denaro.
Quello che vi sto proponendo non è volontariato... è creare un NUOVO MONDO: UN MONDO SENZA DENARO.
Un contenitore planetario accessebili a tutti quelli che intravedono questo sogno manifestarsi.
Il progetto di cui vi sto parlando prevede una universalità, un allargamento a tutto campo e una gradualità che possa permetterci un passaggio a tappe, morbido, calibrato sulle nostre possibilità evitando di fare „sacrifici‰ ma ascoltando quello che ci dice la nostra parte più profonda e facendo i conti con la realtà in cui viviamo.
Sto parlando di EQUILIBRIO, evitando quindi di sconvolgere quello che abbiamo fatto finora, ma facendo dei gesti, dei passi in una certa direzione, ognuno con i propri tempi, le proprie modalità, le proprie possibilità.
Ad esempio, il mio terreno (mi piacerebbe dire „il‰ terreno, ma poi capiamo di cosa sto parlando ? :-))) in campagna a Viarigi (provincia di Asti) in diversi periodi dell‚anno da molti frutti che voglio condividere con voi:
in inverno i cachi
in estate prugnine, fichi, susine
a primavera le ciliegie.
Chi vuole venire a coglierli, consumarli e/o distribuirli?
se vi va contattatemi:
luigi@abbraccidiluce.it
348-2611967

L'Associazione Abbracci di Luce ha cominciato in sordina negli ultimi due mesi a erogare prestazioni ai soci in modo gratuito:
- counseling
- rebirthing
- seminario di Reiki (al costo il solo materiale didattico e l‚attestato, se lo volete).
Volete usufruirne anche voi?
Se sì contattatemi.

Su tutte le pagine del sito, in fondo,è stata tolta la frase relativa ai diritti di riproduzione e sostituita con:
Tutto questo materiale è libero e potete farlo circolare e distribuirlo come desiderate.
Sì è libero... perchè riservare i diritti su qualcosa che esiste già? Se evitassimo di brevettare le „invenzioni‰ potremmo usufruire di quanto già „scoperto‰ per progredire senza spreco di energie che potrebbero invece essere usate per migliorare le condizioni di vita di tutti, a partire da chi oggi soffre la fame la sete le malattie... o semplicemente è carente degli strumenti per cavarsela da sè.

L‚energia può riprendere in modo più fluido il movimento...

ecco... come dicevo prima, piccoli passi ma CONCRETI... piccoli passi che ci possono imspirare nuovi passi.

... e percorrendo questi passi la mia sensazione personale, che voglio condividere con voi, è di LEGGEREZZA...

Volevo segnalarvi un film sul tema del vivere senza denaro:
PIANETA VERDE
regista Coline Serreau

che potere vedere:
http://video.google.com/videoplay?docid=-3658892960097906379

leggerezza... leggerezza...leggerezza...


admin
Tutto questo materiale è libero e potete farlo circolare e distribuirlo come desiderate.